Lo scrittore Giuliano Pesce si è aggiudicato il XXV Premio Fiesole Narrativa Under 40 con il romanzo “Io e Henry”, edito da Marcos y Marcos. Pesce ritirerà domani (sabato 26 novembre) l’ambito riconoscimento, alle ore 17, a Fiesole (Firenze), durante una cerimonia nella Sala del Basolato in piazza Mino. L’opera di Giuliano Pesce ha conquistato la giuria – presieduta da Franco Cesati e composta da Caterina Briganti, Francesco Tei, Silvia Gigli, Marcello Mancini, Gloria Manghetti, Fulvio Paloscia e Lorella Romagnoli – che ha scelto lui tra la rosa dei tre finalisti dove figuravano oltre al vincitore, Ester Armanino con “L’arca” (Einaudi) e Rossella Milone con “Il silenzio del lottatore” (Minimum Fax). Durante la cerimonia verranno consegnati anche i Premi speciali a Stefano Massini per il libro “Qualcosa sui Lehman”, edito da Mondadori, e Paolo Becattini, ideatore e fondatore del Premio in occasione della XXV edizione. Giunto alla sua venticinquesima edizione, il Premio Fiesole Narrativa Under 40, nato su iniziativa di un gruppo di intellettuali fiesolani e organizzato dal Comune di Fiesole, è diventato negli anni uno dei più importanti premi di letteratura in Italia. Si tratta di un premio che intende promuovere giovani scrittori, lanciandoli verso la definitiva consacrazione nel mondo della letteratura: cosa che è già avvenuta per i premiati delle precedenti edizioni, come Sandro Veronesi, Roberto Cotroneo, Silvia Ballestra, Diego De Silva, Pietro Grossi, Paolo Sorrentino, Paolo Giordano, Mario Calabresi, Ascanio Celestini.