Il Consiglio Direttivo di Federculture ha unanimemente deliberato di mettere in campo una serie di azioni per contribuire quanto più possibile alla fase di ricostruzione e recupero del patrimonio storico-artistico nelle zone colpite dal sisma, negli scorsi mesi di agosto e ottobre, e dare un aiuto concreto ai molti associati presenti in queste aree. Innanzitutto, l’Assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia Gianni Torrenti, Coordinatore della Commissione Cultura della Conferenza delle Regioni e membro del Consiglio di Federculture è stato incaricato di promuovere un coordinamento in materia culturale tra le 4 regioni interessate dal terremoto. Inoltre, si prevede di stabilire un contatto con il neo nominato Soprintendente Speciale Unico per il Sisma, Paolo Iannelli, attraverso il referente per Federculture il Consigliere Pietro Barrera, Segretario Generale del MAXXI. Infine per sostenere concretamente il percorso di ricostruzione Federculture si impegna a verificare la possibilità di azioni di crowdfunding destinate alle zone colpite, anche attraverso l’utilizzo dell’Art Bonus, e mette a disposizione la propria rete degli Associati per dare soluzione alle problematiche di conservazione e tutela del patrimonio culturale nelle aree terremotate, anche tramite attività di formazione/informazione in materia di messa in sicurezza dei luoghi della cultura.